Prostatite e ipertrofia prostatica benigna (IPB): cosa sono?

08.05.2019 09:41

 

La prostata è una ghiandola delle dimensioni di una castagna che si trova al di sotto della vescica. Scopri i rimedi naturali per prevenire ingrossamento della prostata e i disturbi urinari.

 

Prostatite

 

La prostatite è un’infiammazione della prostata che interessa prevalentemente gli uomini sotto i cinquant'anni di età. Si tratta di una patologia che spesso si manifesta con difficoltà nella minzione, bruciori, stati di infiammazione e a problemi dell’apparato urinario. Esistono diversi tipi di prostatite (batterica acuta, batterica cronica, abatterica cronica e prostatite asintomatica) e la terapia nel paziente varia a seconda della forma di prostatite e richiede generalmente tempi di trattamento lunghi (4-6 settimane).

   

Ipertrofia prostatica benigna (IPB)

  

La prostatite non è da confondere con l’ipertrofia prostatica benigna (anche chiamata molto più semplicemente: “prostata ingrossata”). In questo caso, soprattutto dopo i 50 anni, la prostata tende a ingrossarsi progressivamente. Questa crescita tende a compirmere sempre di più l'uretra, creando difficoltà ad urinare. Conseguentemente, la vescica è costretta a lavorare di più per tentare di espellere l'urina e, con il tempo, anche questa tende a indebolirsi e fatica a contrarsi e decontrarsi. Per prevenire questo evento fisiologico, è importante fare attenzione alle proprie abitudini comportamentali: l’alimentazione, il regolare funzionamento dell’intestino, l’attività fisica, le abitudini sessuali e una corretta igiene sono fondamentali.

 

Quali sono i rimedi naturali che possono prevenire o aiutare a curare questi tipi di problemi?

 

Per problematiche di ipertrofia prostatica e/o prostatite è possibile ricorrere a rimedi naturali che possano favorire la disinfiammazione delle vie urinarie, facilitare la diuresi e controllare le modificazioni ormonali, come la diminuzione di testosterone e l’innalzamento di estrogeni che possono causare l’ingrossamento della prostata. Esistono infatti molti rimedi naturali che possono venire incontro ai disturbi e accompagnare le prescrizioni dell’andrologo. È infatti sempre bene sottoporsi ad una visita specialistica.

 

Tra i rimedi naturali più utilizzati figurano:   

 
  • D-Mannosio: è uno zucchero semplice (che non fornisce calorie!), naturale e adatto a tutti, anche ai bambini, ai celiaci e alle donne in gravidanza perché è privo di controindicazioni. Per poter dar luogo ad alcune infezioni delle vie urinarie, i batteri si devono attaccare alle pareti della vescica, attraverso i loro filamenti (lectine). Il D-Mannosio ha una struttura tale da attirare le lectine dei batteri che, preferendo il D-Mannosio alla parete della vescica, si uniscono a questo zucchero e ne rimangono intrappolati. Vengono poi eliminati attraverso la minzione. Il D-Mannosio si assume a stomaco vuoto e dopo aver urinato. Non si ingeriscono né cibo né liquidi per circa un'ora, in modo da concentrare il prodotto nelle urine. Successivamente si deve bere abbondantemente per svuotare la vescica ed eliminare lo zucchero e i batteri. Quest’operazione si deve ripetere continuamente, soprattutto in fase curativa, per assicurare una protezione costante alla vescica. Può essere assunto in polvere o in capsule.
  • Serenoa Repens: è ricca di steroli, flavonoidi e carotenoidi. Essa, andando ad inibire l’attività 5-alfa-reduttasi, l’enzima che trasforma il testosterone in diidrotestosterone, è indicata in caso di disturbi della minzione dovuti a iperplasia prostatica benigna. Ha infatti un’azione decongestionante e spasmolitica. Grazie ai suoi effetti a livello ormonale, può essere utile anche per contrastarla anche in caso di alopecia ormonale.
  • Ortica Dioica: svolge un’attività diuretica, astringente e antiprostatica, contribuendo anch’essa all’inibizione del 5-alfa-reduttasi. È indicata in caso difficoltà nella minzione perché favorisce l’aumento del volume delle urine e il flusso.
  • I semi di Zucca: sono uno dei migliori rimedi antichi per infiammazioni dell'apparato urinario. Oltre ad essere diuretici, concorrono all’attività antinfiammatoria, soprattutto rivolta al tessuto prostatico.
  • Epilobo: agisce anch’esso come antibatterico e diuretico, proteggendo attivamente il sistema urinario.


 

Prodotti consigliati

  

Integratore a base di Serenoa Repens, semi di Zucca, Ortica ed Epilobio

Integratore a base di D-Mannosio, Mirtillo Rosso e Vitamina C naturale

   

Integratore di D-Mannosio in polvere (250 g)

05.08.2019 12:21
Conservare gli alimenti in frigorifero: i consigli utili per farlo al meglio
Sapete come conservare gli alimenti in frigorifero? Scoprite i consigli utili su dove disporre il cibo in frigorifero per conservarlo al meglio, quale sia la temperatura ideale e quali siano gli alimenti da non conservare in frigorifero (anche se tutti lo fanno).
05.07.2019 13:04
Le combinazioni alimentari per favorire la digestione: 6 consigli utili
La vita frenetica, il consumo di cibi lavorati, la mancanza di tempo e la scarsa informazione nutrizionale ci possono portare a prestare poca attenzione al nostro cibo, facendoci dimenticare le basi e la semplicità nella progettazione del nostro piatto. Mangiare molti cibi diversi durante lo stesso pasto può provocare problemi digestivi come acidità di stomaco, gonfiore, senso di pesantezza o sonnolenza. Ma perché?
02.07.2019 16:27
Insalata di patate con maionese vegana
L’insalata di patate ( Kartoffelsalat , in tedesco) è un contorno sfizioso che si abbina perfettamente a qualsiasi menù. Fresca e gustosa, ma anche sostanziosa! Scopriamo insieme come prepararla con maionese vegana fatta in casa!
20.06.2019 16:26
Formaggio di anacardi vegano
L’alternativa vegetale del classico formaggio per ideali per vegani, persone intolleranti al lattosio, per onnivori curiosi o in cerca di alternative low-fat. Scopri come preparare il formaggio di anacardi vegano!

Commenti

In generale unalimentazione a base vegetale e a basso contenuto di grassi (inferiore al 20% del totale calorico) aiuta molto a ridurre i sintomi della prostatite. Qui trovi un breve articolo di approfondimento

Marco B., 2019-07-24 11:47:45
Risultati totali: 1

Si prega di effettuare il log-in per scrivere un commento.