Rimanere in salute dopo i 50 anni: ecco i problemi di salute più comuni varcata una certa età

09.04.2020 14:39

 

Con l'avanzare dell'età, il nostro corpo subisce inevitabilmente tutta una serie di cambiamenti. Le ossa cominciano a indebolirsi, la massa muscolare diminuisce, i livelli ormonali si abbassano ed il nostro organismo inizia ad avere sempre più difficoltà ad assorbire alcuni nutrienti. Tuttavia, oggi più che mai i progressi della medicina aiutano le persone a vivere più a lungo e in buona salute. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la percentuale di persone con oltre 60 anni dovrebbe quasi raddoppiare entro il 2050 [1].

È importante sapere che con semplici cambiamenti dello stile di vita alcune patologie o condizioni di salute legate all’avanzare delle età, possono essere in parte prevenute o curate. Ecco perché è fondamentale informarsi ed agire finché si è in tempo.

Abbiamo stilato per voi un elenco, inserendo tutte le problematiche a cui le persone che si avvicinano ai 50 anni o che hanno già raggiunto questa età, dovrebbero prestare particolare attenzione.

 

1. Stare attenti alla pressione

 

L'ipertensione arteriosa è una condizione medica molto seria. In tutto il mondo sono circa 1,13 miliardi di persone a soffrirne [2], e questo numero è destinato a crescere nei prossimi anni. Una pressione sanguigna elevata danneggia l'interno delle pareti arteriose, ispessendole e indurendole, limitando così la quantità di sangue che raggiunge il cuore e, di conseguenza, la quantità di l'ossigeno. Spesso questa malattia viene chiamata "silent killer", perché pur essendo asintomatica, reca gradualmente importanti danni al sistema cardiovascolare senza che la persona se ne accorga. Per questo motivo è importante controllare frequentemente la propria pressione sanguigna, poiché questa malattia aumenta il rischio di sviluppare diverse malattie, in particolar modo quelle cardiache e renali.

Il consumo eccessivo di sale è uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo dell’ipertensione. Gli elevati livelli di sodio contenuti nel sale possono causare nel corpo la ritenzione di liquidi, con conseguente aumento della pressione sanguigna. Oltre al consumo del sale, il tipo di alimentazione e di dieta influenzano notevolmente la pressione sanguigna. Mentre una dieta ricca di cereali integrali, verdura e frutta favorisce un abbassamento della pressione sanguigna, una dieta povera di potassio e ricca di alimenti trasformati e grassi saturi aumenta la pressione nelle arterie.

Oltre alla dieta, entrano in gioco anche diversi fattori di rischio legati allo stile di vita come il fumo, la mancanza di esercizio fisico, il consumo di alcol e lo stress. È stato dimostrato che con la semplice perdita di pochi chili, anche le persone obese che soffrono di ipertensione possono avere un abbassamento significativo della pressione sanguigna.

 

2. Tenere sotto controllo il colesterolo

 

In precedenza, abbiamo già scritto in merito al colesterolo, una sostanza grassa prodotta dal corpo e necessaria per il corretto funzionamento dell’organismo. Tuttavia, com’è ben noto a tutti, è necessario tenerla sotto controllo, perché alti livelli nel sangue di LDL, meglio conosciuto come "colesterolo cattivo", possono causare gravi problemi di salute. Tra questi vi è l'aterosclerosi o l'accumulo di placca nelle arterie, che aumenta notevolmente il rischio di infarto e di ictus. Nella maggior parte dei casi, elevati livelli di colesterolo nel sangue sono causati da un alimentazione sbagliata, per esempio diete ricche di colesterolo e grassi saturi ed a basso contenuto di fibre e grassi insaturi.

I suggerimenti utili per mantenere il colesterolo sotto controllo sono fondamentalmente gli stessi che per mantenere i corretti livelli della pressione sanguigna. Se siete particolarmente interessati al colesterolo e volete avere maggiori informazioni a riguardo, in questo post troverete più nel dettaglio i vari modi per prevenire i disturbi associati al colesterolo alto.

 

3. Proteggere le ossa

 

Con l'età, anche le nostre ossa si indeboliscono. Il corpo perde progressivamente la capacità di assorbire il calcio e, di conseguenza, la massa e la solidità ossea diminuiscono e il rischio di fratture inevitabilmente aumenta. L'osteoporosi è strettamente collegata a questo processo degenerativo, poiché è caratterizzata proprio dalla perdita di massa e di densità ossea.

Allo stesso modo dell’ipertensione, l’osteoporosi è una malattia silente che può passare inosservata per diversi anni, fino a quando non compaiono i primi dolori o le prime fratture. Pertanto, è importante agire fin da subito. Pensate bene di assumere un adeguato apporto di calcio, di vitamina D e K2, oltre che a rimanere attivi e praticare sport con una certa frequenza. Riguardo alla salute delle ossa, alla prevenzione dell’osteoporosi ed i relativi consigli utili in merito, potete saperne di più in questo blog.   

 

4. Prendersi cura delle articolazioni

 

Proprio come le ossa, anche le nostre articolazioni si indeboliscono con l'età. Infatti, l'artrite è una delle condizioni di salute più comuni che colpisce oltre il 49,7% degli adulti oltre i 65 anni [3]. Ci sono oltre 100 diversi tipi di artrite, i due più comuni sono l'osteoartrite e l'artrite reumatoide.

L'artrite reumatoide è una malattia infiammatoria autoimmune [4]. I sintomi dell'artrite reumatoide includono calore e gonfiore alle articolazioni (causati dall'infiammazione), diminuzione della capacità di muovere l'articolazione, così come rigidità motoria, specialmente al risveglio. L'osteoartrite, invece, è una malattia degenerativa cronica, che solitamente avviene a causa della normale usura delle articolazioni. Quando la cartilagine inizia a degradarsi, le ossa cominciano a sfregare l'una contro l'altra, causando sintomi quali dolori articolari, rigidità e perdita di flessibilità delle articolazioni [5].

Anche se l'osteoartrite è una malattia degenerativa che spesso avviene a causa dell’avanzare dell'età, ci sono alcuni metodi utili che aiutano a proteggere le articolazioni e ritardare o addirittura prevenire l'insorgenza di questi problemi. Osservare la propria postura così come praticare regolare attività fisica e stretching possono rivelarsi particolarmente utili. È anche fondamentale controllare il proprio peso corporeo, poiché ogni chilo in più esercita una pressione maggiore sulle articolazioni, soprattutto sulle ginocchia. Anche la dieta è molto importante per la salute delle articolazioni. Alcuni studi dimostrano che un elevato consumo di carne può aumentare il rischio di sviluppare una degenerazione delle articolazioni [6], mentre il consumo di zenzero e curcumina può aiutare a ridurre l'infiammazione delle articolazioni [7,8].

 

5. Mantenere attivo il cervello

 

Invecchiando alcune parti del cervello si restringono naturalmente, soprattutto quelle legate all'apprendimento. Una delle maggiori paure delle persone anziane è il rischio di soffrire di Alzheimer o di qualche altro tipo di malattia neurodegenerativa. Pur non facendo fortunatamente parte delle malattie più comuni tra le persone anziane, il rischio di soffrire di questo tipo di malattie aumenta con l'età. Anche se i dati scientifici in merito sono ancora piuttosto limitati, degli studi hanno dimostrato che alcuni cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a prevenire il deterioramento cognitivo.

Rimanere mentalmente attivi è quindi fondamentale per mantenere la mente in salute. Imparare qualcosa di nuovo, esercitare la memoria e per esempio fare puzzle sono un ottimo modo per mantenere il cervello in forma. Oltre all'esercizio mentale, anche l'esercizio fisico è chiaramente indispensabile, poiché con il movimento il flusso sanguigno verso il cervello aumenta. Inoltre, l'esercizio fisico può contribuire ad una diminuzione della formazioni delle placche neurofibrillari nel cervello, che sono legate all'Alzheimer [9].

Come abbiamo detto precedentemente, una dieta sana è importante per prevenire la formazione di malattie arteriose, a cui è associato il rischio di sviluppare l’Alzheimer [10]. Gli antiossidanti che si trovano nella frutta e nella verdura, compresi i carotenoidi e i flavonoidi, hanno effetti protettivi anche per quanto riguarda la degenerazione cognitiva [11,12]. Non vanno trascurati nemmeno gli alimenti ricchi di vitamine del gruppo B, poiché il folato, la vitamina B12 e la vitamina B6 svolgono un ruolo cruciale nella salute del cervello, controllando i livelli di omocisteina nell'organismo (livelli troppo alti di questo aminoacido comportano un rischio maggiore di sviluppare malattie neurodegenerative) [13].

Infine, anche avere una buona qualità del sonno è importante per la salute mentale e per promuovere la neuroplasticità cerebrale. Durante il sonno, non solo si consolidano la memoria e l'apprendimento, ma si eliminano anche le tossine che si sono accumulate nel cervello. L’accumulo di queste tossine comporta una maggiore probabilità di contrarre il morbo di Alzheimer [18]. In questo blog troverete i vari benefici del sonno per la nostra salute.

 

6. Rinforzare il sistema immunitario

 

Con l'età, il sistema immunitario inizia ad indebolirsi: il nostro corpo produce sempre meno cellule immunitarie e ciò rende l'organismo più suscettibile a diversi agenti patogeni. Questo cambiamento può in parte spiegare perché la polmonite, l'influenza e altre malattie infettive sono più comuni tra le persone anziane.

Alcuni nutrienti, come vitamine e minerali, sono noti per essere indispensabili per mantenere il buon funzionamento del sistema immunitario. Inoltre, poiché gran parte del sistema immunitario si trova nel tratto gastrointestinale, la salute dell'intestino è la chiave per un sistema immunitario forte. Per questo motivo è indispensabile seguire una dieta ricca di alimenti come frutta e verdura e, se necessario, assumere integratori specifici che aiutano a rafforzare le difese immunitarie.

 

Ultimo ma non per ordine di importanza: essere positivi!

 

Siamo consapevoli che leggere tutti questi rischi a cui noi tutti andiamo incontro man mano che l’età avanza, può far crescere un senso di angoscia. Ma bisogna considerare che molte di queste malattie sono correlate tra loro, e che i fattori di rischio sono molto simili. Ma in tutto ciò c’è un aspetto positivo: anche i cambiamenti dello stile di vita che possono aiutare a prevenire queste malattie sono gli stessi. Una dieta basata per lo più su verdura e cereali integrali, un’attività fisica regolare, una buona qualità del sonno, una corretta igiene personale, evitare alcol e sigarette, così come cibi altamente trasformati o ricchi grassi saturi, sono alcune delle semplici regole chiave per mantenersi in salute.

Inoltre, ci sono alcuni integratori naturali che possono contribuire alla prevenzione di alcuni disturbi e favorire per esempio la riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue, l'aumento di antiossidanti, una buona qualità del sonno e controllare i livelli di pressione sanguigna. A differenza dei farmaci che vengono prescritti, queste alternative naturali sono prive di additivi artificiali o di tossine, e sono quindi un supporto ideale per prendersi cura del proprio corpo e aiutare a prevenire le malattie senza avere effetti collaterali.

 

Fonti:

[1] World Health Organization (WHO, 2018): “Ageing and health” (Available on: https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/ageing-and-health)

[2] World Health Organization (WHO, 2019): “Hypertension”, 2019 (Available on: https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/hypertension)

[3] Madeline R. Vann, MPH (2016), "The 15 Most Common Health Concerns for Seniors", Everyday Health (Available on: https://www.everydayhealth.com/news/most-common-health-concerns-seniors/)

[4] Kimberly Holland (2016), "Arthrosis vs. Arthritis: What’s the Difference", Healthline. (Available on: https://www.healthline.com/health/arthrosis-vs-arthritis)

[5] National Institutes of Health (2017), "Painful Joints? Early Treatment for Rheumatoid Arthritis Is Key" (Available on: https://newsinhealth.nih.gov/2017/04/painful-joints)

[6] Hailu et al., Associations between meat consumption and the prevalence of degenerative arthritis and soft tissue disorders in the adventist health study, California U.S.A. J Nutr Health Aging. (2006)

[7] Altman and Marcussen, Effects of a ginger extract on knee pain in patients with osteoarthritis. Arthritis & Rheumatism. (2001)

[8] Haghighi et al., Comparing the effects of ginger (Zingiber officinale) extract and ibuprofen on patients with osteoarthritis. Arch Iran Med. (2005)

[9] National Institute on Aging, "Preventing Alzheimer's Disease: What Do We Know". (Available on: https://www.nia.nih.gov/health/preventing-alzheimers-disease-what-do-we-know)

[10] Hughes et al., Midlife fruit and vegetable consumption and risk of dementia in later life in Swedish twins. Am J Geriatr Psychiatry. (2010)

[11] Michael Greger M.D. FACLM (2018), "Brain-Healthy Foods to Fight Aging", (Available on: https://nutritionfacts.org/video/brain-healthy-foods-to-fight-aging/)

[12] Devore et al., Dietary intakes of berries and flavonoids in relation to cognitive decline. Ann Neurol. (2012)

[13] Obeid and Herrmann (2006), Mechanisms of homocysteine neurotoxicity in neurodegenerative diseases with special reference to dementia, FEBS Lett. (2006)

[14] Jon Hamilton (2019), "How Deep Sleep May Help The Brain Clear Alzheimer's Toxins", NPR. (Available on: https://www.npr.org/sections/health-shots/2019/10/31/775068218/how-deep-sleep-may-help-the-brain-clear-alzheimers-toxins)



 

Prodotti raccomandati

 

 

Biancospino BIO

 

Integratore di Biancospino per una regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare. Il nostro estratto (1:4) è titolato al 1,5% in flavonoidi e proviene da agricoltura biologica e controllata europea.

 

COMPRALO SUBITO

 

 

Cholesterolum Complex

 

Integratore per il colesterolo a base di lievito di riso rosso (Monascus purpureus). Il mix è potenziato con l’aggiunta di steroli vegetali (fitosteroli), Berberina, Biancospino, Carciofo.

 

COMPRALO SUBITO

 

 

Aglio Nero

 

Integratore a base di aglio nero fermentato per una normale circolazione del sangue e per regolare la pressione arteriosa.

 

COMPRALO SUBITO

 

 

Glucosamina + Condrotina

 

Integratore a base di Glucosamina vegana, Condroitina vegana, MSM, Artiglio del Diavolo, Vitamina C e Zinco per la salute delle articolazioni e per calmare il dolore articolare.

 

COMPRALO SUBITO

 

 

Calcio + Vitamina D3 + K2

 

Il nostro Calcio (Aquamin™) è ottenuto da alghe calcificate (Lithothamnium Calcareum). La nostra Vitamina D3 (Vitashine™) è ottenuta da licheni e la nostra Vitamina K2 (vitaMK7®) è ottenuta da fermentazione naturale del batterio Bacillus subtilis (lo stesso utilizzato per il Natto).

 

COMPRALO SUBITO

27.11.2020 14:56
Malinconia invernale? Non con noi! 6 consigli per mantenere il buon umore durante la stagione fredda
Secondo un sondaggio il 24% degli uomini e il 36% delle donne ha dichiarato di essere caduto in uno stato di umore negativo in inverno. Ecco alcuni consigli per rimanere di buon umore anche i quei giorni cupi e freddi.
16.11.2020 12:21
Candida Albicans: che cos'è e come sbarazzarsene
La Candida albicans è uno dei più comuni agenti patogeni fungini umani. Vive accanto ad altri microrganismi nel nostro corpo e normalmente non causa problemi in individui sani. Tuttavia, ci sono alcuni fattori che possono contribuire ad una sua crescita eccessiva. Cosa può aiutare a sbarazzarsene in questi casi? Scopriamolo insieme!
18.09.2020 13:59
Addio fatica? Perché non tutta la caffeina è uguale
Sapevate che la caffeina non è tutta uguale? La caffeina contenuta in altre piante come il tè verde, mate o guarana ha un effetto stimolante molto più duraturo rispetto al caffè. Scopriamo di più!
11.09.2020 14:06
Reflusso acido: come prevenirlo?
Il reflusso acido colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Sapevate che i più comuni fattori scatenanti del reflusso acido possono essere evitati facendo più attenzione alle nostre abitudini giornaliere? Scopriamo di più!

Si prega di effettuare il log-in per scrivere un commento.