Curarsi con i funghi? Si può. Eccone le proprietà terapeutiche e curative.

08.06.2018 12:36

Cos’è la microterapia?


La fitoterapia, che è una branca della medicina che studia l'impiego delle piante medicinali capaci di svolgere un'azione farmacologica sul nostro organismo. Come afferma il Ministero della Salute “Le proprietà terapeutiche di molte piante (…) sono tradizionalmente note agli uomini che frequentemente le hanno utilizzate come "erbe curative".” Recentemente l’OMS ha stimato che almeno l'80% della popolazione mondiale trova nelle piante la principale, se non esclusiva, fonte terapeutica.

La micoterapia è, invece, una branca della fitoterapia che si prefigge di migliorare e, in certi casi ripristinare, la salute e l’equilibrio generale dell’organismo attraverso l’impiego di Funghi Medicinali. In Oriente questa disciplina è stata utilizzata per millenni nella Medicinale Tradizionale Cinese (MTC), che è una delle pratiche curative più antiche al mondo. In uno dei testi fondamentali della MTC, lo Shennong Bencao Jing (250 a.C), le piante medicianli vengono divise in tre classi, la più importante delle quali è la classe superiore che comprende 120 erbe, anche dette “erbe dell’imperatore” perché “controllano il mantenimento della vita. Non sono tossiche. L’assunzione anche di grandi quantità per lunghi periodi di tempo non è dannosa. Se uno vuole tonificare il Qi (l’energia vitale) e prolungare la vita senza invecchiare, deve prendere le erbe appartenenti a questa classe”. Di queste fanno parte i funghi medicinali.

Mentre la medicina convenzionale è orientata al trattamento del sintomo, la MTC si concentra sulle cause affermando che, una volta individuate e rimosse le cause, la scomparsa dei sintomi avviene naturalmente. Uno dei maggiori punti di forza dei Funghi Medicinali, infatti, è rappresentato dalla loro capacità di agire sulle cause che scatenano le malattie.
È bene ricordare però che si tratta di una medicina complementare e integrativa che non si sostituisce alle altre forme di medicina tradizionale.


I funghi medicinali: a cosa servono?


I funghi sono considerati adattogeni, cioè sostanze che non provocano ulteriore stress all’organismo e non hanno effetti collaterali. Inoltre, i funghi sono ricchi dal punto di vista nutrizionale perché contengono vitamine e minerali, ma al contempo hanno un basso contenuto calorico.

Anticamente usati come elisir di lunga vita, servono principalmente per:

  • potenziare il sistema immunitario e sostenere naturalmente le difese dell’organismo
  • assorbire le sostanze tossiche visto che sono altamente chelanti
  • detossificare gli organi
  • sostenere e affiancare le terapie per malattie degenerative e tumorali

Quali sono i più importanti e i più potenti?


Nonostante in Europa non siano ammessi come farmaci, vengono commercializzati come integratori alimentari. A tal proposito è però importante controllare che tra gli ingredienti compaia l’estratto e non la polvere del fungo. Alcuni studi scientifici hanno infatti dimostrato un’efficacia fino a 20 volte superiore di alcuni estratti rispetto alla polvere del fungo intero. Inoltre, quando si utilizzano funghi a scopo terapeutico, è consigliabile richiedere le certificazioni e le analisi della materia prima perché, essendo chelanti per le sostanze tossiche (e.g.: pesticidi, metalli pesanti, microtossine), se cresciuti in aree con elevato inquinamento, diventano nocivi.


Ad ognuno la sua funzione specifica.


Tra i funghi medicinali più usati in micoterapia troviamo:

  1. Auricularia (Auricularia auricular judae)
    Anche noto come Orecchio di Giuda, è un fungo ricco di proteine e minerali, con proprietà anticoagulanti e antiaggreganti. Protegge il sistema cardiovascolare, aumentando la fluidità del sangue e prevenendo le ostruzioni vasali.
  2. Cordyceps (Cordycps sinensis)
    Ha proprietà toniche: aumenta l’energia, eliminando la stanchezza e riequilibrando il sistema anche nei periodi di esaurimento psicofisico. È uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura ed è anche, grazie alla presenza di cordicepina, un antimicrobico e antivirale naturale. Aiuta anche contro l' impotenza e la sterilità maschile e femminile. Proprio per questo viene anche chiamato Viagra dell’Himalaya.
  3. Hericium (Hericium erinaceus)
    Chiamato anche Testa di Scimmia e Criniera di Leone  per le sue caratteristiche fisiche, ha proprietà antinfiammatorie e probiotiche sul sistema digerente. Rigenera la mucosa intestinale, protegge lo stomaco e favorisce la cicatrizzazione. Inoltre promuove la formazione e la riparazione delle cellule nervose, stimolando la memoria e le funzioni cognitive.
  4. Reishi (Ganoderma lucidum)
    È uno dei funghi più antichi e più utilizzati nella MTC. Viene anche chiamato Fungo dell’Immortalità. Protegge la pelle dall'invecchiamento, rafforza le difese immunitarie nelle allergie, rinforza la memoria e ha un’azione tonica sul sistema cardiaco agendo positivamente nei casi di ipertensione. Aiuta nei casi d’insonnia, ansia e nervosismo. È infine utilizzato anche per il cosiddetto “mal di montagna”, una patologia causata dal mancato adattamento dell'organismo alle alte quote dovuta all’abbassamento della pressione atmosferica.
  5. Shiitake (Lentinus edodes)
    È utile nel contrastare il gonfiore intestinale e nel proteggere i denti e le gengive. Rinforza le difese immunitarie, grazie alla sua azione antibatterica e antivirale. È stato dimostrato che, nei pazienti sani, abbassa in media del 12% il colesterolo cattivo.

Il nostro integratore


Il nostro mix di Funghi Medicinali è un elisir di lunga vita. Al suo interno si trovano i funghi medicinali più potenti: Reishi, Cordyceps, Hericium, Auricularia e Shiitake.
Ha un’azione antinfiammatoria e riparativa sul sistema immunitario, nervoso, cardiovascolare e digestivo. Inoltre è un energizzante che favorisce il vigore fisico e la concentrazione mentale. Viene utilizzato nella cura di patologie neurologiche, gastrite, ulcere e come supporto alle terapie oncologiche tradizionali.




17.09.2019 17:06
Marchi registrati per le materie prime: migliore qualità o solo una manovra di marketing?
Avete notato che spesso come materie prime dei nostri prodotti utilizziamo dei marchi registrati? Ma perché lo facciamo? Sono davvero di una qualità migliore o è solo un escamotage per accaparrarci più clienti? Scopritelo insieme a noi!
16.09.2019 09:49
Biologico: cosa significa e perchè sceglierlo
I prodotti biologici spopolano. Sempre più persone li scelgono, non solo in Italia, ma in tutta Europa. Moda o crescente consapevolezza?  Sappiamo davvero in cosa si differenziano i prodotti biologici da quelli ordinari? E soprattutto: come essere sicuri che un prodotto sia davvero biologico?
03.09.2019 11:05
10 consigli per migliorare la concentrazione durante lo studio
Alle volte è difficile concentrarsi. Che sia in ufficio o che sia in biblioteca. Non riusiamo proprio a prepararci per gli esami all’università o a finire la lista delle cose che ci eravamo prefissati di fare entro la fine della giornata. Non disperate: ecco 10 consigli per imparare a concentrarsi meglio!
05.07.2019 13:04
Le combinazioni alimentari per favorire la digestione: 6 consigli utili
La vita frenetica, il consumo di cibi lavorati, la mancanza di tempo e la scarsa informazione nutrizionale ci possono portare a prestare poca attenzione al nostro cibo, facendoci dimenticare le basi e la semplicità nella progettazione del nostro piatto. Mangiare molti cibi diversi durante lo stesso pasto può provocare problemi digestivi come acidità di stomaco, gonfiore, senso di pesantezza o sonnolenza. Ma perché?

Si prega di effettuare il log-in per scrivere un commento.